L’attività di H2It beneficia anche nel 2015, sia in Italia che a livello europeo, dell’importante collaborazione con la Fast (Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, www.fast.mi.it), alla quale è associata. In tale contesto, va evidenziata l’intesa con EHA (European Hydrogen Association, www.h2euro.org), di cui H2It è uno dei 22 soci non profit, e il supporto ad HyER (Hydrogen Fuel Cells and Electro-mobility in European Regions, www.hyer.eu), almeno fino al 31 ottobre 2015. La sinergia si concretizza prevalentemente nella gestione dell’ufficio di Bruxelles e nel significativo coinvolgimento nei progetti europei, particolarmente quelli finanziati da FCH JU (Fuel Cells and Hydrogen Joint Undertaking, www.fch.europe.eu).

Relativamente alla partecipazione nelle iniziative comunitarie va ricordato che la nuova direttiva sull’infrastruttura dei combustibili alternativi, le modifiche nelle attività dell’Industrial Grouping di FCH JU, che si sta dotando di una nuova missione e sta cambiando nome (da NEW IG a Hydrogen Europe), sembrano spingere verso ulteriori opportunità per le attività di EHA e le sue federate nei prossimi 5 anni. Il ruolo crescente delle associazioni nazionali aderenti a EHA nel sostenere il quadro legislativo per facilitare l’integrazione dell’uso dell’idrogeno, come alternativa a zero emission nell’ambito del trasporto e dell’energia, apre nuove prospettive per il lavoro tradizionale di EHA e di H2It nell’ambito della comunicazione e disseminazione dei risultati dei progetti.

Grazie ai suddetti collegamenti, H2It anche nel 2015 rappresenta l’industria e la tecnologia italiana nel cuore dell’Europa, contribuendo ad assicurare al nostro paese un ruolo da protagonista. Questo è reso possibile dall’intensa azione di comunicazione, dal sostegno ai soci, dalle iniziative realizzate in Italia.

Continua a leggere nel dettaglio le azioni e i risultati raggiunti da H2It nel file allegato.

Bilancio culturale H2IT 2015